Gnosi senza redenzione. “Il disevangelo” di Luigi Pirandello, testo di Enrico Cerasi

“Quanto segue è ispirato a una storia vera, la storia vera è ispirata a una storia falsa, la storia falsa non è molto ispirata”. Con queste curiose parole, che non sarebbero sfigurate in una pièce di Beckett, inizia il film “Favolacce” dei fratelli D’Innocenzo (già premiati con l’Orso d’argento a Berlino per la sceneggiatura della precedente opera prima “La terra dell’abbastanza”), esprimendo forse anche meglio … Continue reading Gnosi senza redenzione. “Il disevangelo” di Luigi Pirandello, testo di Enrico Cerasi

Voci e paesaggi dello spirito: «Hagia Sophia e le sfide dell’età post-secolare», di Ernesto Sergio Mainoldi

  La conversione della basilica di Hagia Sophia, la Grande Chiesa di Cristo, in moschea al termine di un iter politico e giuridico suggellato dalla preghiera islamica di venerdì 24 luglio 2020, si è profilata come un evento epocale che ha portato all’attenzione una storia millenaria di imperi e conquiste, riattualizzando visioni del potere che sembravano relegate nei libri di storia. Il peso di questo … Continue reading Voci e paesaggi dello spirito: «Hagia Sophia e le sfide dell’età post-secolare», di Ernesto Sergio Mainoldi

2020/1441: Makkah, Istanbul, Srebrenica. Testo di Yahya Sergio Yahe Pallavicini

Ogni tempo e ogni luogo hanno una loro specifica e particolare ragione d’essere. Eppure ci sono corrispondenze sull’identità del tempo e dello spazio che possono esprimersi con calendari e segni differenti. Ad esempio, l’anno nel quale viviamo è il 2020 Anno Domini, dopo Cristo, mentre, secondo il computo del calendario islamico è il 1441 dall’emigrazione del messaggero dell’Islam, il profeta Muhammad, in fuga dalle persecuzioni … Continue reading 2020/1441: Makkah, Istanbul, Srebrenica. Testo di Yahya Sergio Yahe Pallavicini

Voci e paesaggi dello spirito: “I would prefer not to. Il vangelo secondo Melville”, di Enrico Cerasi (Seconda parte)

  Seconda parte. Tentativo d’interpretazione.   Nella prima parte di questo articolo ci siamo limitati a rammentare Lo scrivano Bartleby, un’opera di Herman Melville. Ammesso di averla riassunta fedelmente, qual è il significato di questa strana storia? Origene nel quarto libro del De Principiis nota che quando il senso letterale del testo biblico presenti evidenti incongruenze, lì si deve nascondere un senso più profondo. L’incoerenza … Continue reading Voci e paesaggi dello spirito: “I would prefer not to. Il vangelo secondo Melville”, di Enrico Cerasi (Seconda parte)

Voci e paesaggi dello spirito: “I would prefer not to. Il vangelo secondo Melville”, di Enrico Cerasi (Prima parte)

  Da qualche parte Woody Allen ha osservato che è stata una fortuna che Democrito e Leibniz non si siano mai incontrati: sarebbero ancora lì a discutere del nome da dare alla particella indivisibile della materia. In effetti, se l’equivoco regna sovrano nelle scienze della natura – come la recente epidemia del Covid-19, con la sua quotidiana ostentazione di antinomie virologiche, ci ha posto davanti … Continue reading Voci e paesaggi dello spirito: “I would prefer not to. Il vangelo secondo Melville”, di Enrico Cerasi (Prima parte)

Voci e paesaggi dello spirito: “IDENTITÀ E NICHILISMO – L’identità cοme elemento misterico, trascendentale”, di Melis Meletiadis

  L’uomo è un essere trascendentale, va al di là dell’effimero, della mera circostanzialità e del mondo materiale. E la storia ci ricorda in ogni suo passo che l’essere umano sente di avere, come dice Platone, i piedi fissi nella terra, ma coi capelli è appeso dal cielo. Cerca di coltivare tutte e due le dimensioni e mai in proprio, da idiota, ma collettivamente, in … Continue reading Voci e paesaggi dello spirito: “IDENTITÀ E NICHILISMO – L’identità cοme elemento misterico, trascendentale”, di Melis Meletiadis

Voci e paesaggi dello spirito: «Il riso di Cristo», di Enrico Cerasi

                 Al di là dell’immagine quotidianamente trasmessa dai media ufficiali, la figura di Bergoglio è tra le più controverse della recente storia della chiesa cattolica. Il piccolo gregge degli atei devoti, fedele a Ratzinger, sospetta che dietro la sacrale figura del pontefice argentino si nasconda un pericoloso marxista-leninista (benché le sue passate liaison con la dittatura di Videla … Continue reading Voci e paesaggi dello spirito: «Il riso di Cristo», di Enrico Cerasi

Voci e paesaggi dello spirito: «La Parola della Carità in tempi di epidemie: l’esempio di Basilio di Cesarea fondatore del primo Ospedale d’Oriente, di Raffaele Vertucci (Seconda parte)

  La Parola della Carità in tempi di epidemie: l’esempio di Basilio di Cesarea fondatore del primo Ospedale d’Oriente  di Raffaele Vertucci (Seconda parte)             Ritornando a Basilio e più propriamente al suo pensiero, ascoltiamolo: «L’uomo è una creatura che ha ricevuto l’ordine di diventare Dio per grazia». Sono appunto parole di Basilio («re», dal greco), che vive nell’epoca dell’acceso … Continue reading Voci e paesaggi dello spirito: «La Parola della Carità in tempi di epidemie: l’esempio di Basilio di Cesarea fondatore del primo Ospedale d’Oriente, di Raffaele Vertucci (Seconda parte)

Voci e paesaggi dello spirito: «Sourtout, pas de journalistes», di Enrico Cerasi

Sourtout, pas de journalistes di Enrico Cerasi Sourtout, pas de journalistes. Con quest’ingiunzione Jacques Derrida ha voluto che ci avvicinassimo all’episodio del sacrificio (o della legatura, se preferiamo una titolatura rabbinica) di Isacco. Niente giornalisti, dunque. Già Søren Kierkegaard, in Timore e tremore, aveva sottolineato il silenzio di Abramo, a suo avviso dovuto all’impossibilità di dire, nella normale forma predicativa, il paradosso della fede. Il padre … Continue reading Voci e paesaggi dello spirito: «Sourtout, pas de journalistes», di Enrico Cerasi

Voci e paesaggi dello spirito – «La Parola della Carità in tempi di epidemie: l’esempio di Basilio di Cesarea fondatore del primo Ospedale d’Oriente», di Raffaele Vertucci (prima parte)

La Parola della Carità in tempi di epidemie: l’esempio di Basilio di Cesarea fondatore del primo Ospedale d’Oriente  di Raffaele Vertucci (Prima parte)                     In questo testo, che sarà pubblicato in due parti, si vogliono mettere in evidenza il pensiero e le “opere” di Basilio di Cesarea, detto il Grande, Padre e Dottore della Chiesa (Cesarea … Continue reading Voci e paesaggi dello spirito – «La Parola della Carità in tempi di epidemie: l’esempio di Basilio di Cesarea fondatore del primo Ospedale d’Oriente», di Raffaele Vertucci (prima parte)